Un impianto fotovoltaico in grado di coprire, da solo, il 25% del fabbisogno energetico annuo del circuito. Un rivestimento al biossido di titanio che permette di abbattere le polveri sottili grazie alla fotocatalisi. La registrazione Emas, una prestigiosa supercertificazione europea per il controllo sugli impatti ambientali. Sono solo alcuni dei numeri dell’Autodromo del Mugello, primo circuito italiano per eccellenza tecnologica e per l’altissima qualità delle strutture e dei servizi offerti, che, dal prossimo 31 maggio, ospiterà la tre giorni del Gran Premio d’Italia 2013.

Il 2 giugno si disputa il Gran Premio d’Italia, quinta tappa del MotoGP 2013. Si tratta del 819° GP della storia del Motomondiale

Novità di quest’anno, la kids area: uno spazio verde dedicato ai più piccoli frequentatori, con altalene, scivoli e dondoli. La chicca, poi, sono le moto a molle, allegramente colorate di rosso e giallo. Soddisfatto l’amministratore delegato, Paolo Poli, giovane manager che ha saputo elevare il Mugello, di proprietà Ferrari, a grandi livelli di autorevolezza, rendendolo su scala internazionale uno dei circuiti più amati dai piloti e non solo:
«Sempre più spesso l’Autodromo del Mugello è frequentato, oltre che da piloti, da intere famiglie. Con la kids area vogliamo offrire uno spazio dove i bambini possano divertirsi, giocare in sicurezza e riscoprire le emozioni proprie della loro giovane età, mentre i grandi si confrontano con le loro passioni all’interno di un impianto ad alta tecnologia» ha detto Poli a margine dell’inaugurazione dell’area bimbi. La nuova struttura, operativa già prima dell’avvio ufficiale del Gran Premio d’Italia, conferma la filosofia della proprietà di dare sempre risposte di qualità a tutti i frequentatori dell’impianto, per costruire una struttura a dimensione di tutti.

I pannelli fotovoltaici coprono un quarto del fabbisogno ed evitano l’emissione di 211 tonnellate di Co2 all’anno

Lo confermano non solo le applicazioni tecnologiche per l’attenzione e il rispetto dell’ambiente, ma anche il cosiddetto Mugellino, il mini-impianto che ripropone in piccolo le curve del circuito, l’attrezzata sala stampa, le facilities del paddock, la nuova tribuna centrale. «Il Mugello – ha concluso Poli – ha sempre voluto proporre soluzioni innovative che sono poi divenute i nuovi standard di riferimento per gli altri impianti in tutto il mondo: ci piacerebbe che la Mugello Kids Area potesse rappresentare un ulteriore passo in questa direzione».

L’Autodromo del Mugello è un punto di riferimento internazionale per soluzioni innovative e uno dei circuiti più amati dai piloti

E mentre si mettono a punto gli ultimi ritocchi in vista della competizione di domenica 2 giugno, quinta tappa (su diciotto totali) del MotoGP 2013, è stato diffuso il calendario ufficiale della tre giorni: si inizia venerdì 31 maggio con le prove e poi le qualificazioni che proseguiranno per tutta la giornata di sabato. Domenica riscaldamento a partire dalle 08.40 e poi tre turni di gara, dalle 11. In pista prima Moto2, a seguire Moto3 e per chiudere, alle 14, MotoGP. L’accesso all’Autodromo Internazionale del Mugello, per chi segue la tappa dal vivo, è consentito dalla mezzanotte del sabato.