AD ALASSIO IL LUSSO È DI CASA

Al Grand Hotel Spiaggia rivive quell’atmosfera di raffinata eleganza che a partire dalla fine dell’Ottocento ha fatto la storia turistica della perla della riviera ligure di Ponente

224
Print Friendly, PDF & Email

È la più grande via dello shopping sotto le stelle della Liguria, dove i più importanti brand della moda convivono accanto ai negozi a conduzione familiare. È il Budello di Alassio, il carruggio lungo quasi due chilometri che corre, parallelo al mare, stretto tra le case del Cinque e del Seicento e le vetrine glamour dei negozi delle più famose maison. E poi gli «esci», gli stretti vicoli che in pochi passi portano direttamente dallo shopping al mare.

A pochi minuti a piedi da questo fitto meandro di carruggi sorge il Grand Hotel Spiaggia. Posizionato direttamente di fronte al mare, il Grand Hotel Spiaggia vanta un ampio giardino, una spiaggia privata e un ristorante panoramico al sesto piano dove si possono gustare i piatti preparati dallo Chef Antonino Lo Iacono godendo di una vista sul mare davvero unica e suggestiva. Il ristorante offre una cucina tradizionale molto curata, con un occhio di riguardo alle specialità liguri, basata su frutta e verdura di stagione, materie prime accuratamente selezionate e lavorate con amore e passione: pesce e frutti di mare, carne, pasta fatta in casa, piatti vegetariani e senza glutine e, per finire, deliziosi dessert fatti in casa.



L’hotel dispone di una bellissima spiaggia privata a pagamento, di sabbia finissima, attrezzata con tutti i più moderni comfort,
dehors privati, bar e ristorante per pranzare con i piedi direttamente in mare. Chi preferisce l’acqua dolce, invece, può rilassarsi e prendere il sole sul roof garden con piscina, jacuzzi e solarium: una vera e propria «oasi» dove rigenerarsi e coccolarsi.

La camera di un hotel è il luogo del riposo, ma non solo: è il «cuore» della vacanza, dove si dorme, ci si rilassa, si prepara il proprio oufit per affrontare una nuova giornata al mare o una serata con gli amici al ristorante. Al Grand Hotel Spiaggia la luce definisce l’architettura dello spazio e tutte le camere e le suites sono la sintesi del perfetto connubio tra eleganza e razionalità degli spazi interni. Dalla «Essential» con letto alla francese alla «sea view», tutte le soluzioni proposte (88 tra camere e suites) sono progettate intorno all’idea di comfort (aria condizionata, TV a schermo piatto con canali satellitari, set di cortesia): spaziose, luminose e arredate con mobili di design, moderni ed eleganti. Stile e ordine al Grand Hotel Spiaggia vanno a braccetto.

Tra i servizi il Grand Hotel Spiaggia offre la colazione a buffet all’americana, il servizio di concierge, il servizio in camera e il servizio stiratura, il deposito bagagli, una biblioteca, un parcheggio privato a pagamento, mentre il Wi-Fi è disponibile nell’intero hotel ed è gratuito.

Il Grand Hotel Spiaggia, guidato dall’Amministratore delegato Giuseppe Giuliano e da Gabriele Montecucco, Director of Operations & Revenue, è stato recentemente rinnovato secondo un’ottica eco-compatibile. Il riscaldamento globale è un dato di fatto. Per questo nella lotta ai cambiamenti climatici l’architettura deve essere eco-efficiente. Al Grand Hotel Spiaggia ne sono consapevoli e il lavoro di restauro è diventato un’occasione preziosa ed efficace per dare una mano all’ambiente.



Perla della riviera ligure di Ponente, oltre ad essere conosciuta per il suo mare (da tredici anni consecutivi
«Bandiera Blu»), per le occasioni di divertimento e sport, per i suoi «baci» al cioccolato, Alassio è nota per il clima mite, la bellezza del paesaggio, la natura incontaminata, i fiori dei suoi giardini e delle splendide ville, i suoi quasi quattro chilometri di spiaggia di quarzo e calcare finissimo, che scende in mare dolcemente, quasi senza pendenza.



Tra la fine dell’Ottocento e primi del Novecento furono gli inglesi a scoprire Alassio (dal 1879 anche la rinomata guida
«Baedeker» inizia a citare Alassio come «località balneare») e a costruirvi le prime ville dove svernare, grazie al microclima particolarmente mite. Così, accanto agli alberghi e alle ville di lusso, si aprono anche negozi, farmacie, botteghe dove si commerciano prodotti coloniali provenienti dall’Inghilterra per soddisfare le esigenze dell’upper class inglese.

Alassio diventa il luogo privilegiato per una élite internazionale che cerca alternative eleganti e, al tempo stesso, sobrie, rispetto alla mondana Costa Azzurra. Poi ci fu la stagione di Ernest Hemingway che nel 1953, insieme a Mario Berrino inventò il famoso «muretto» di fronte allo storico «Cafè Roma» che lo scrittore americano frequentava e, infine, il turismo dei dancing.



A cavallo fra gli anni Cinquanta e Sessanta, in coincidenza con il boom economico, Alessio divenne la località alla moda più importante insieme a Portofino
e Sanremo. Oggi, se si vuole rivivere quell’atmosfera di lusso ed eleganza, il punto di partenza non può che essere il Grand Hotel Spiaggia.

 

https://www.spiaggiahotel.it/