Hermès, gli accessori chic per la prossima primavera-estate

327
Print Friendly, PDF & Email

Pelle di vitello, colori pastello e dimensioni adatte ad ogni esigenza senza perdere mai in eleganza, sono i nuovi cardini della collezione di borse Hermès, per la prossima primavera – estate.

Una stagione calda fatta di particolari inconfondibili, come gli spigoli stondati della “Oxer” bag ispirati alla tradizione Hermès o gli angoli rinforzati della “Maxi” bag che mostrano la morbidezza della pelle e l’abilità artigiana, offrendo una valigia alla moda e perfetta per viaggi brevi o week end en plein air.

Il doppio anello in argento, disegnato in morbide curve, si indossa su due dita contemporaneamente

Nel tempo libero, inseparabile compagno di equitazione, l’elmetto in policarbonato e pelle di vitello, nell’elegante accoppiata nero – bordeaux. Dotato di fori di ventilazione che ne consentono grande traspirabilità, l’elmetto è stato testato al Saut Hermès 2013 ed è stato adottato da numerosi fantini professionisti.

Per chi rimane in città, invece, perfetta la pochette in quattro varianti di colore a misura di smartphone, oppure la versatile e leggerissima “Alleretour Fourre-Tout 47” che rivela ampio spazio interno e sa essere piccola e graziosa se riempita poco.

Nabuk bianco e spacchi laterali per l’allacciato da uomo: effetto chiaro-scuro in camminata

Ampia scelta di accessori per la donna Hermès, particolare e ricercata anche per la prossima primavera – estate: dal foulard “Chefs Indiens” in seta, che riproduce una litografia originale degli indiani d’America del XIX secolo (design Kermit Oliver), alla composizione di bracciali in smalto stampato che raccontano il viaggio fra cielo e mare in tenui colori sfumati, con temi cari alla casa parigina, come l’immancabile Cavalcadour. Infine, il particolare “Chaîne d’ancre 24”, doppio anello in argento con intrecci perpendicolari in grado di adornare due dita contemporaneamente.

Della stessa serie anche il bracciale ispirato al “Chaîne d’ancre 2 fils” e lavorato in morbide curve concentriche. Ai piedi, invece, gli intrecci sensuali dei sandali a tacco alto in pelle di capra, con lacci color cammello alla caviglia, delicata rivisitazione delle calzature alla schiava, oppure le colorate zeppe completamente rivestite di fili di pelle intrecciata a mano, omaggio a quell’op-art degli anni Sessanta che mirava a provocare illusioni ottiche sfruttando accostamenti di linee e di colori.

Per l’uomo, Hermès collezione primavera – estate 2014 ha pensato calzature in nabuk bianco, dal favoloso effetto aperto-chiuso, grazie ai tagli sul collo del piede. Permettendo di intravedere la pelle durante la camminata, creano un originale contrasto chiaroscuro.

Al collo, la particolare sciarpa in seta double face “Kachinas” che racconta la visita degli spiriti amici della tribù Hopi al villaggio, per cantare, portare regali ai bambini e l’agognata pioggia per i raccolti (design Kermit Oliver). Al polso, new entry della linea creata da Hermès nel 2003, il “Dressage Chronographe” con cassa in acciaio, quadrante in argento placcato e cinturino in coccodrillo color tabacco opaco. Disponibile anche nella versione nera, questo cronometro da polso a carica automatica, come tutti i Dressage, è dotato di un meccanismo di accurata manifattura. Immancabile, la Coffre à lutrin creata da Philippe Nigro per Les Nécessaires d’Hermés, un mobile – valigia dal gusto retrò in pregiato noce canaletto, acciaio spazzolato, pelle e tessuti Hermés.

http://www.hermes.com